Assicurazioni sugli sci, l'intervento dell'esperto

In merito alla questione dell'assicurazione obbligatoria sugli sci, ricevo da Mauro Mirandoli, professionista del settore, questo intervento che volentieri pubblichiamo. Sicuramente ci aiuterà a capirne qualcosa di più. Grazie Mauro.


"Ed ecco la bella novità di quest’anno. Chi scia in Piemonte dovrà essere assicurato personalmente contro i danni che involontariamente potrà causare a terzi.

Ogni sciatore, snowboarder o slittinista che calcherà le piste piemontesi può stare sicuro che se dovesse disgraziatamente essere investito da un suo collega sciatore, senza averne colpa, anche solo a causa di una strettoia della pista o di un incrocio maldestro, sarà completamente risarcito dei danni da lui subiti, in conseguenza dell’evento.

La Regione Piemonte, con legge regionale, istituisce l’obbligo per chi scia nelle piste piemontesi di essere coperto con un massimale assicurativo privato e personale affinchè i danni causati a terzi da un suo inconsapevole ma dannoso comportamento siano pienamente risarciti.

Quindi ognuno di noi praticanti di questo splendido sport deve essere assicurato.

Finalmente, dico io. E dovrebbero estenderla a tutt’Italia, aggiungo.

Ognuno di noi dovrà avere la cosiddetta Responsabilità Civile verso Terzi per i fatti della vita Privata, con un massimale di copertura a piacere, ma congruo (se pensate che adesso per le autovetture ci dotiamo di un massimale che spesso rasenta i due milioni e mezzo per sinistro e per persona danneggiate, penso che dai 500.000,00 € al 1.000.000,00 di Euro per questi casi sia più che sufficiente).

Chi ha una polizza di quelle cosiddette Multirischi per l’Abitazione deve solo controllare che comprenda la Responsabilità suddetta per tutta la famiglia (quindi per tutto il nucleo famigliare) e sarà sufficiente quindi fare una fotocopia della stessa e portarla nel portafoglio o metterla in tasca ai famigliari quando vanno sugli sci; chi non ne dispone dovrà dotarsi di una polizza di questo tipo, il cui costo sui aggira sugli 80-100 Euro, ma il Vostro Assicuratore saprà sicuramente consigliarVi in merito.

Naturalmente questo costo non viene sopportato singolarmente, ma vale per tutta la famiglia e soprattutto copre Tutti i rischi riguardanti la Responsabilità Civile della Famiglia 24 ore su 24 e per tutto l’anno. Quindi anche i fatti relativi a tutta la vita privata del contraente e della sua famiglia per 365 gg al’anno; ( pensate al vostro cane che addenta inconsapevolmente il polpaccio di qualcuno e di cui voi dovrete rispondere in quanto suoi padroni, oppure la perdita di acqua dalla lavatrice inceppata in casa, che danneggia l’appartamento sottostante…).

Perciò da quest’anno, finalmente questo stupendo sport, che (qui parlo da sciatore) è diventato, dai tempi dell’”effetto Tomba”, uno sport molto praticato e quindi con un ipotetico ma purtroppo possibile rischio di essere investiti da un altro sciatore o simile, perlomeno garantisce a tutti nella malaugurata situazione di non aggiungere danni a danni, nel caso in cui succeda qualcosa che può provocare impossibilità di lavorare e soprattutto spese aggiuntive da sopportare per questi già economicamente difficili tempi".

Visualizzazioni: 37

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

Commento da Mauro su 29 Novembre 2009 a 8:16
Ciao Franco, il tuo intervento è parzialmente giusto, infatti le Località sciistiche DEVONO avere una copertura per tutti i rischi verso terzi sulle pste, perchè se io avessi un incidente le cui colpe possono essere imputate ad una errata gestione della stazione, la stazione ne deve rispondere.
Quello che invece è trattato qui come argomento riguarda la tua responsabilità verso un terzo, cosa che avviene non solo per una sciata, ma anche in bici o (paradossalmente) a piedi. Devi essere assicurato nel malaugurato caso in cui la tua condotta sugli sci venga considerata causa di un danno ad un altro sciatore, perchè ad sempio se ad un incrocio tra due piste tu non dai la precedenza e crei un danno ad un altro sciatore, ne sei responsabile e quindi devi risarcire i dani, materiali e morali al danneggiato.
Buone sciate!
Commento da franco costa su 29 Novembre 2009 a 2:24
a me risulta che devono essere solo le localita sciistiche a munirsi di assicurazione per eventuali infortuni che possono accadere sulle piste e non gli utilizzatori ,anche se condivido il fatto che e sempre meglio averne una. in ogni caso e sufficente l'iscrizione alla fisi che comprende la responsabilita civile.

GUARDATE QUI IL VIDEO "IL PIACERE DI PERDERSI. TUTTO L'ANNO.
Un video dedicato all'outdoor e a tutte le attività all'aria aperta che il territorio può offrirci! Nel fantastico scenario di laghi, monti e valli!

© 2018   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio