Girolago 10 ottobre

Ciao a tutti! Vorrei condividere con voi la bella giornata trascorsa in compagnia del gruppo che ha partecipato all’edizione di domenica 10 ottobre del Girolago.

Parto da Gallarate con Elena, (la mia Fortunata ragazza che come me ha usufruito del buono vinto col concorso di Neveazzurra) Silvia e Simone (una coppia di amici) direzione Forum Omegna. Puntualissima, l’organizzazione tra le 9 e le 9.30 procede con la registrazione dei circa 100 partecipanti. Dopo il benvenuto e la presentazione degli accompagnatori, partiamo! Poche decine di metri su asfalto e imbocchiamo subito un bel sentiero che attraversa boschi misti; la prima ora e mezza è la più impegnativa di tutta la giornata ma ci si alza in fretta sopra il lago e non sono neanche le 11 che sbuchiamo all’Alpe del Barba. C’è molta umidità…tanto che si fatica a vedere il Lago d’Orta. Presso la Fonte di Giovinezza, gli “abitanti” del luogo ci offrono gentilmente uno spuntino allietato dai un canti popolari di un cantastorie locale armato di fisarmonica. Poco dopo riprendiamo il cammino lungo un’ampia mulattiera che in pochi tornanti porta alla località Tre Alberi (859 m.s.l.m.), punto più alto della passeggiata. Da qui, ammirato il grande faggio e ricompattato il gruppo, chiacchierando e raccogliendo qualche buon funghetto, percorriamo una lunga e tranquilla discesa che ci porta dritti dritti all’alpe Selviana.

Su questo terrazzo naturale soleggiato a un’altitudine di circa 600 m., troviamo i gestori della Coop Agricola Il Glicine che ci accolgono con un lauto pranzo a base di polenta, formaggio e pancetta, offrendo anche la possibilità di acquistare i loro prodotti. Prima della ripartenza, qualcuno si dirige poco sotto l’alpe per vedere le cascate formate dal vicino torrente; qualcuno visita il museo didattico; qualcun altro sonnecchia...

A pancia piena ci incamminiamo lungo il sentiero (per fortuna in discesa!!), diretti verso la chiesa del paese di Agrano, di fronte alla quale le nostre guide ci raccontano la storia della famosa mummia del ‘700, che abbiamo modo di vedere ancora perfettamente conservata, e delle tradizioni popolari della zona. Raggiunta poi la località di Crabbia, dopo una breve sosta, percorrendo nel bosco l’ultimo tratto sali e scendi di sentiero, giungiamo nei pressi dell’abitato di Borca; da qui il serpentone dei 100 camminatori, si snoda per l’ultimo dei 17 km percorsi (purtroppo su strada) fino al Forum, dove ci aspetta una buona merenda, thè caldo e vin broulè.

Tutti soddisfatti per la bella giornata trascorsa insieme, ci congediamo dandoci l’appuntamento per i successivi appuntamenti del Girolago.

Ringraziamo le guide che ci hanno accompagnato e Neveazzurra che ci ha regalato la possibilità di partecipare a una davvero interessante iniziativa!

A presto, e alla prossima.

Filippo, Elena, Silvia e Simone!

Visualizzazioni: 132

Commento

Devi essere membro di Neveazzurra per aggiungere commenti!

Partecipa a Neveazzurra

GUARDATE QUI IL VIDEO "NEVEAZZURRA, IL PARADISO DEGLI SPORT INVERNALI"
Un comprensorio sciistico a misura d'uomo e di famiglia, di agonista e di amatore! 150 km di piste tra Lago Maggiore, Lago d'Orta, Lago di Mergozzo e Valli dell'Ossola!

© 2020   Creato da Oreste.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Politica sulla privacy  |  Termini del servizio